Home ⁄ Miglior Acquisto ⁄ Lavastoviglie da incasso, piccole o a cassetto: quale scegliere?

Lavastoviglie da incasso, piccole o a cassetto: quale scegliere?

Nuovo acquisto per la cucina di casa? Quale lavastoviglie scegliere tra le tante opzioni in commercio? Se non siete esperti e siete alla ricerca di un prodotto valido per velocizzare le faccende domestiche continuate a leggere questa breve guida.
Non c’è niente di meglio di un elettrodomestico come la lavastoviglie, facile da posizionare che non crea troppo ingombro, permettendo di dedicare più quality time alla famiglia.

Di seguito i modelli di lavastoviglie da tenere in considerazione per la vostra scelta.

L’etichetta, la scelta della lavastoviglie parte da qui. Anche per gli elettrodomestici, ogni famiglia ha le sue specifiche esigenze, per questo motivo è importante prima di tutto leggere le informazioni principali presenti al momento dell’acquisto su ogni prodotto esposto:

consumo energetico

consumo idrico

rumorosità

Il consumo energetico è una delle prime caratteristiche tecniche principali per ridurre le spese legate alla bolletta elettrica. La classe energetica più venduta attualmente è compresa tra il valore A+ e A++. Grazie a uno spreco minore di corrente elettrica, il costo iniziale per l’acquisto dell’elettrodomestico viene ammortizzato ogni mese dai consumi che partono da 0,91 kWh per la lavastoviglie di classe energetica A++ e di 0,98 kWh per i modelli di classe energetica A+. Maggiore sarà il risparmio energetico se si prende in considerazione la cosiddetta ‘A+++’, classe più raramente venduta perché più costosa (consumi pari a 0,84 KWh per ogni ciclo). Per ulteriori informazioni inerenti le classi energetiche consultare le altre voci del menù del nostro sito migliorlavastoviglie.it.

Come abbiamo appena descritto sopra, il consumo idrico è strettamente legato a quello energetico. I parametri possono variare in base alla marca scelta, è dunque importante tenere presente tutte le opzioni dedicate alla silenziosità. Per questo motivo vale la regola di informarsi prima se la lavastoviglie in questione dispone di un’opzione per la partenza ritardata e per quella notturna. Solitamente quest’ultima può essere selezionata quando si vuole ridurre al minimo la rumorosità.
Per una lavastoviglie le emissioni sonore possono variare dai 33 ai 42 decibel. Come abbiamo già visto sul nostro sito migliorlavastoviglie.it un buon elettrodomestico per la pulizia dei piatti è predisposto per assorbire le vibrazioni grazie allo strato fonoassorbente posizionato sui lati della vasca.

Lavastoviglie, quale modello scegliere?

Dopo l’etichetta con le caratteristiche tecniche più importante dobbiamo scegliere il miglior modello di lavastoviglie per la nostra cucina. Se si tratta di una lavastoviglie da incasso , le misure della lavastoviglie dovranno combaciare con quelle del mobile in cui verrà inserita. Nel caso invece di una lavastoviglie da tavolo, si dovrà considerare un ingombro più ridotto. Le lavastoviglie a cassetto sono un modello perfetto per le cucine più piccole e permettono l’inserimento dell’elettrodomestico all’interno di un comparto della cucina stessa.

Lavastavoglie, miglior rapporto qualità-prezzo

Non ultimo come parametro di scelta è il prezzo. In commercio ci sono diversi tipi di lavastoviglie. Le opzioni di lavaggio e le prestazioni riportate nelle caratteristiche principali ne faranno salire il valore. Anche i materiali concorrono a definire un prezzo più alto. Attenzione dunque a scegliere il modello più adatto per qualità-prezzo, su migliorlavastoviglie.it puoi trovare diversi articoli per scegliere al meglio questo elettrodomestico indispensabile